Latina, dopo Cassino è nata una macchina da guerra. E la difesa è il punto forte

02.11.2017 16:00 di Marco Ferri  articolo letto 433 volte
Latina, dopo Cassino è nata una macchina da guerra. E la difesa è il punto forte

È iniziato con un pareggio, valso il settimo risultato utile consecutivo, il percorso del Latina nel mese di novembre. Ad Albano i nerazzurri hanno dato continuità a un ottobre da primi della classe. Nelle cinque giornate che hanno scandito il calendario del secondo mese di campionato, infatti, gli uomini di Chiappini hanno totalizzato 13 punti, lasciandone due per strada soltanto a Sassari e facendo bottino pieno contro Tortolì, Lupa Roma, Flaminia e San Teodoro. A pari merito con Iadaresta e soci soltanto Aprilia e Rieti, in una classifica parziale che vede ai piedi del podio Trastevere e Cassino con 12 e sul fondo un Flaminia incapace di racimolare lunghezze. A ottobre Bortolameotti è stato anche il portiere meno battuto della categoria insieme al collega delle rondinelle Del Moro, con appena due reti incassate. Il miglior attacco è risultato essere quello della capolista sabina con 12 segnature, mentre il Latina si è fermato a 9 facendo peggio anche di Trastevere (11) e Cassino (10). 
Dalla sconfitta di Cassino, giunta alla terza giornata, in poi, i pontini hanno ottenuto meno punti (17) del solo Rieti (19), ne hanno recuperato uno su Atletico e Cassino, due sul Trastevere e tre sull'Albalonga. Sempre nello stesso periodo è per distacco la loro la retroguardia migliore, sempre con due reti subite (da Figos del Tortolì e Prandelli della Lupa) contro le 5 di Albalonga e Budoni, le 6 di Atletico e Rieti e le 7 di Aprilia e Latte Dolce.

LA CLASSIFICA DI OTTOBRE
Rieti 13
Latina 13
Aprilia 13
Trastevere 12
Cassino 12
Sff Atletico 10
Albalonga 10
Ostiamare 8
Monterosi 7
Budoni 7
Lupa Roma 7
Nuorese 6
Latte Dolce 5
San Teodoro 1
Tortolì 1
Lanusei 1
Anzio 1
Flaminia 0