Serie D - Gli altri gironi: finale thrilling nell'F e nell'I, poca fortuna per gli ex Latina

05.05.2018 16:00 di Matteo Ferri   Vedi letture
© foto di Gilberto Poggi/TuttoLegaPro.com
Serie D - Gli altri gironi: finale thrilling nell'F e nell'I, poca fortuna per gli ex Latina

Novanta minuti al termine della stagione regolare e se nel Girone G molti verdetti sono già scritti, negli altri raggruppamenti vige ancora l'incertezza assoluta sia in testa che in coda.

GIRONE A - La capolista Gozzano difende due punti di vantaggio sul Como. Entrambe le squadre sono impegnate contro avversarie senza più obiettivi, l'Arconatese per i rossoblù, la Folgore Caratese per i lariani che, in caso di mancata promozione diretta, hanno già annunciato di voler presentare domanda di ripescaggio. In coda rischia seriamente i playout l'altra nobile decaduta del girone, il Varese, costretta a vincere il derby contro il Varesina e sperare che almeno due tra Olginatese, Oltrepovoghera e Seregno non facciano punti. Già retrocesse da tempo il Castellazzo e il Derthona, altra squadra con un passato tra i professionisti negli anni '80 e '90.

GIRONE B - Altro duello all'ultimo respiro per la vetta. La Pro Patria, prima con 76, ospita il Darfo Boario già certo del quinto posto. Dietro di una lunghezza, il Rezzato fa visita al fanalino di coda Calcio Romanese. Fuori dai playoff il Lecco di Rabbeni, che domani farà visita alla Grumellese di Tomei, aggrappata alle residue chances di entrare almeno nei playout dopo aver scavalcato il Dro al terz'ultimo posto nel turno precedente.

GIRONE C - Tutto deciso o quasi, con la Virtus Verona già in Serie C e Abano, Liventina e Calvi Noale. Resta da decidere l'ultimo posto nei playoff, conteso da Adriese (ospite dell'Arzignano, terzo) ed Este, che riceve il Tamai attualmente tredicesimo e salvo con una vittoria. Quarto il Mantova che, così come il Como, ha manifestato in maniera ufficiale l'intenzione di chiedere il ripescaggio al termine della stagione.

GIRONE D - Rimini dominatore assoluto e griglia spareggi già delinata, con Imolese al secondo posto, Forlì, Fiorenzuola e Sangiovannese a giocarsi le altre tre posizioni. In coda è tutto da decidere, resta in corsa anche la Colligiana, ultima ma a tre punti dalla Correggese sedicesima. Salvi la Vigor Carpaneto e il Sasso Marconi, che un anno fa contese all'Aprilia la finale dei playoff di Eccellenza, incubo doppia retrocessione per il Tuttocuoio: i toscani sono quindicesimi a quota 39 ma giocheranno in casa della Correggese  che di punti ne ha 32. In mezzo Castelvetro e Sporting Trestina a 38 e Mezzolara a 35, penultimo il Sansepolcro a 30.

GIRONE E - Albissola a Forte dei Marmi contro il Seravezza per difendere i due punti di vantaggio sulla Sanremese e conquistare una promozione clamorosa per una squadra nona a -14 dal Ponsacco al termine del girone d'andata. Real Forte Cerqueta e Ponsacco già certe dei playoff, l'ultimo posto se lo contenderanno Viareggio e Massese. Retrocesse Argentina e Valdinievole Montecatini, a Finale Ligure lo spareggio tra i padroni di casa e lo Scandicci. Chi perde retrocede perché troppo ampio il divario con la tredicesima, in caso di pareggio e di concomitante successo della Rignanese contro l'Argentina, le due squadre sarebbero destinate a scendere a braccetto in Eccellenza.

GIRONE F - Il Matelica ha sorpassato la Vis Pesaro domenica scorsa ma la squadra di D'Amore sogna il controsorpasso all'ultima curva perché i cugini maceratesi sono attesi dall'Avezzano, terzo in classifica. In Eccellenza Nerostellati, Fabriano Cerreto e Monticelli, saranno Olympia Agnonese e San Nicolò Teramo a giocarsi la salvezza diretta mentre la Jesina attende l'avversario nello spareggio retrocessione.

GIRONE H - Il Potenza torna in Serie C a distanza di otto anni dall'ultima apparizione nell'allora Lega Pro. Cavese, Altamura, Taranto e Cerignola sicure dei playoff, restano fuori il Picerno di Ioime e il Nardò di Agodirin. Complicata la situazione del Pomigliano di Romeo: i campani sono tredicesimi con 34 punti, uno in meno della Sarnese e due della Turris ma sono attesi dalla trasferta di San Severo, che li insegue ad una lunghezza e in caso di vittoria potrebbe brindare alla salvezza diretta. Flebili speranze anche per la Frattese mentre l'Aversa Normanna può confidare solo nei playout. Fuori dai giochi lo Sporting Fulgor e il Manfredonia di De Giosa.

GIRONE I - Il pari contro il Roccella estromette la Nocerina dalla corsa a tre per il primo posto ma i rossoneri saranno comunque ago della bilancia perché ospiteranno il Troina. La matricola siciliana, in testa per buona parte del campionato, è a pari punti con la Vibonese, che farà visita alla Sancataldese ormai senza obiettivi. In caso di arrivo a pari punti sarà spareggio, chi perde si unirà alla griglia playoff che vede già presenti la Nocerina stessa, l'Ercolanese e l'Igea Virtus. In Eccellenza Paceco e Isola Capo Rizzuto mentre Roccella (35 punti) e Palmese (34) possono sperare nella salvezza senza playout qualora dovessero vincere e contemporaneamente perdere sia l'Ebolitana (29) che lo Sport Club Palazzolo (25).