Juniores - Memorial Cesidio Fabrizio, è del Terracina la prima vittoria

La testa di serie Aprilia sconfitta da un gol di Lonardo
 di Guido Tomasone  articolo letto 140 volte
Juniores - Memorial Cesidio Fabrizio, è del Terracina la prima vittoria

APRILIA – TERRACINA 0-1
Aprilia: Lorello, Tosi, Caradonna, Lapi, Cianca Coser (11’st Eboh), Fusco (1’st Pelliccioni), Montelibresi, Ambrosino, Rallo, Cataldo (22’st Franceschi). A disp: Marinangeli, Gasbarra, Sacchetti, Giurelli. All: Salvatori
Terracina: Rizzi, Pernarella, Pietricola, Lonardo, Azzola, Alla, Di Vizio (19’st Iacovacci), Eirardi, Di Giorgio, Fiore (30’st Stefanelli), Fillino. A disp: Peridone, Carocci, Beltrami. All: Marrone
Arbitro: Ermanni di Latina
Assistenti: Almanza e Fratello di Latina
Marcatore: 19’pt Lonardo

Inizia sotto una buona stella la venticinquesima edizione del Memorial Cesidio Fabrizio categoria Juniores. Una kermesse che festeggia le nozze d’argento, unico torneo in provincia che vanta venticinque edizioni. In questo torneo sono stati tanti gli allenatori che oggi siedono su panchine professionistiche e dilettanti, giocatori che sono in giro per la penisola dalla massima serie a scendere, così come la classe arbitrale che è cresciuta con questo torneo. Alcuni nomi? Gavilucci, Vettorel Iacovacci e gli assistenti Pegorin e Margani. Un torneo che è una cartolina per la città di Priverno, dove si vivono due settimane di grande calcio giovanile. Tanti gli osservatori sugli spalti del San Lorenzo con taccuino e bic per cominciare a scrivere qualche nome, per poi valutarlo con attenzione. Questo è il “Cesidio Fabrizio”. Buona la prima tra Aprilia e Terracina, gara dal grande equilibrio che ha regalato emozioni fino alla fine. Con i favori del pronostico tutti per l’Aprilia che viene da un campionato regionale, il Terracina impegnata nella Coppa Latina nei playoff del provinciale, con una condotta di grande sacrificio è riuscita a imbrigliare la formazione apriliana. La gara inizia con un minuto di raccoglimento alla memoria di Cesidio Fabrizio, ancora nei cuori della gente di Priverno e soprattutto della famiglia. Partenza a tavoletta del Terracina che al 7’ con un diagonale di Di Giorgio scalda i guanti di Lorello (bel fisico e grande reattività è un classe 1999). Al 13’ rasoiata di Di Vizio con il pallone che prende la parte superiore della traversa. Al 19’ arriva il vantaggio. Uno due Fiore-Lonardo sulla tre quarti, la fiondata del centrocampista è di quelle imparabili. Prova a reagire l’Aprilia, ma la difesa dei tigrotti regge bene l’urto. Nella ripresa ci prova l’Aprilia, con il Terracina che in contropiede non riesce a concretizzare. La formazione di Marrone sbaglia due clamorose palle gol, e l’Aprilia in pieno recupero ha la palla per pareggiare. Rallo a tu per tu con Rizzi, manda fuori il pallone, errore clamoroso che costa la sconfitta. Soddisfatto il presidente dell’Associazione Luigi Palleschi. “Se queste sono le premesse ci aspetta una nuova edizione ricca di emozioni. Faccio i complimenti all’Aprilia e al Terracina per il loro comportamento in campo. E’ stata una partita maschia me senza cattiveria agonistica. Già da questa prima serata ho visto tanta gente sugli spalti, devo essere sincero non me lo sarei aspettato”. Si ritorna in campo giovedì sera con la prima del girone C Città di Sonnino-Insieme Ausonia. Come sempre il fischio d’inizio è alle 21.