De Martino: "Ho atteso il mio momento e sono stato ripagato. Ai play-off per onorare la maglia"

08.05.2018 13:15 di Marco Ferri  articolo letto 480 volte
De Martino: "Ho atteso il mio momento e sono stato ripagato. Ai play-off per onorare la maglia"

In gol al debutto in nerazzurro dopo essere stato prelevato a gennaio senza mai scendere in campo, Simone De Martino ha deciso il match di Monterosi valido per l'ultima giornata della regular season e ieri è stato protagonista di Gol Mania su Lazio Tv. Il suo intervento riportato integralmente da TuttoLatina.com

Come hai fatto ad aspettare con tutta questa pazienza?
Mi sono integrato con il gruppo e mi ha aiutato. Venivo da un periodo in cui ero stato fermo e mi sono rimesso in condizione. Sono stato bravo e fortunato a farmi trovare pronto quando mi è stata concessa l'occasione.

Da quanto non segnavi con una prima squadra?
Da tanto. Sono contento soprattutto per il risultato che è stato positivo. Il gol è servito alla vittoria.

Quando hai avverito aria di maglia da titolare?
In settimana il mister ha detto che avrebbe fatto un po' di turnover, magari facendo giocare i ragazzi che erano scesi in campo un po' meno. Penso che abbiamo onorato l'impegno, abbiamo fatto tutti bene tranne che nella prima parte dove abbiamo fatto più fatica.

Personalmente hai avvertito fatica?
Pensavo di non reggere i 90 minuti e invece ce l'ho fatta tranquillamente, anche perché nella ripresa i ritmi si sono abbassati. Alla fine è andata bene così.

Squadra in sordina nel primo tempo
Ci sta perché giocavamo con parecchi ragazzi che non giocavano una partita da titolare da tempo. Ci siamo sciolti con l'andare della gara, nella seconda frazione siamo cresciuti.

L'inserimento su palla inattiva lo provi in allenamento?
Avevamo provato sabato mattina, il mister ci tiene molto. Ne abbiamo fatte tante e lo schema si è reso utile.

Latina è un progetto per il futuro?
Penso che ci siano poche piazze così anche in Serie C. È una piazza importante, magari si presentasse l'opportunità di restare. 

Per te non sarà una settimana uguale alle precedenti
Ci sono i compagni che hanno tirato la carretta fino ad adesso lavorando sodo. È giusto far giocare loro, anche perché sono bravissimi. Sono a disposizione e deciderà il mister. Sono contento per Barberini che è un bravo ragazzo e a Monterosi ha fatto davvero una bella partita.

La vostra partita è stata tra le più "attente" dell'ultima giornata?
Le ultime partite sono particolari, giocando chi ha avuto meno minutaggio ci stanno risultati rocamboleschi. La nostra è stata più impegnative, tutte e due le squadre ci hanno messo attenzione.

Con quali stimoli si affrontano i play-off?
Ci teniamo a fare bella figura e a vincere. Se fossero serviti a salire di categoria, sarebbero stati play-off "veri" e importanti, ma è giusto disputarli al massimo per onorare piazza e maglia e per quanto si è fatto finora. 

Anche domenica siete state seguiti dai tifosi
C'è stata una grande cornice di pubblico da Latina. Come fai a non onorare una partita così, con gente che ti viene a vedere e che paga il biglietto?

Divario troppo marcato tra laziali e sarde?
Le squadre sarde sono forti in casa, quando vanno fuori fanno più fatica. Per le partite che ho visto c'è gap tra prime e ultime della classe.