Fierro: "Ringrazio gli Allievi per quanto hanno fatto. L'imprenditoria locale sia dalla nostra parte"

21.05.2018 18:40 di Marco Ferri   Vedi letture
Fierro: "Ringrazio gli Allievi per quanto hanno fatto. L'imprenditoria locale sia dalla nostra parte"

L'intervento integrale del responsabile del settore giovanile, Luca Fierro, durante la conferenza andata in scena questa questo pomeriggio al Francioni riportato da TuttoLatina.com: "Mi sembra doveroso ringraziare il settore giovanile e sferzare una lancia verso l'unica squadra che abbiamo avuto, gli Allievi. Hanno fatto un grandissimo campionato grazie al tecnico Micheletti e a ragazzi che hanno potenzialità calcistiche tutte da scoprire. Due o tre di loro, nonostante la giovane età, hanno capacità per il futuro. Chiudono secondi rispetto al Faiti, ma con tanto onore. Hanno tenuto alto i colori della maglia e del Latina Calcio, mi premeva sottolinearlo perché si sono spesi facendo gol a due cifre in moltissime partite. Abbiamo ricevuto complimenti dalle squadre con le quali ci scontravamo. La Juniores ha fatto il suo campionato ma appartiene tecnicamente alla prima squadra. Il settore giovanile ha fatto molto bene. Voglio ringraziare tutti coloro che quest'anno ci sono stati vicino, i tifosi ai quali dobbiamo tanto perché sono le persone che si sono spostate, speso dei soldi e cantato anche sotto l'acqua. Rappresentano la città nel migliore dei modi, purtroppo non siamo stati in grado di dargli sempre grandi soddisfazione e dagli spalti ci siamo rammaricati di questo. Ringraziamo anche i pochi sponsor, fondamentali per realizzare quest'anno. Siamo una società seria, sana e fatta di persone che si spendono quotidianamente. In una città che deve vedere il calcio non solo dal lato sportivo e calcistico, ma anche da quello finanziario, ci rendiamo conto che abbiamo arricchito qualche attività economica facendo girare una piccola economia. È fondamentale ricevere aiuto da parte degli imprenditori. Ci siamo spesi in prima persona per cercare il piccolo sponsor, a volte in maniera un po' umiliante. Ho chiesto di darci un aiuto, dall'altra parte ci è stato risposto 'vediamo come va quest'anno' e l'ho compreso poco. Se una città ha bisogno di aiuto, ha poco senso dire che si aiuta soltanto in caso di vittoria. Una struttura imprenditoriale sana, come abbiamo l'esempio in tanti casi del Nord come Parma e Udine, ha risultati calcistici se affiancata da imprenditori. Abbiamo bisogno del totale, è un appello ad imprenditori e cittadini. 
Abbiamo conoscenze personale maggiori rispetto all'anno scorso. Il Latina Calcio 1932 è neonata, abbiamo bisogno di tempo per far crescere i giovani e il prossimo anno proveremo a fare qualcosa di più".