Pascucci: "A Lanusei sbandata che può servire e non lascia strascichi. Anzio da non sottovalutare: torna Barberini, fuori Scibilia"

 di Marco Ferri  articolo letto 351 volte
Pascucci: "A Lanusei sbandata che può servire e non lascia strascichi. Anzio da non sottovalutare: torna Barberini, fuori Scibilia"

La conferenza stampa del tecnico nerazzurro, Carlo Pascucci, alla vigilia di Latina-Anzio riportata integralmente da TuttoLatina.com

Sono stati metabolizzati i quattro gol di Lanusei?
Assolutamente sì, è stata una partita molto strana e particolare. Abbiamo analizzato tutto quello di negativo che è successo, ma anche quello di positivo. Siamo abituati a cercare di costruire qualcosa e cercare il positivo dalle cose meno belle e che sono andate meno bene. Ho visto subito e ho chiesto una reazione nervosa alla squadra sin dal primo allenamento. Mi è stata data, ho visto i ragazzi determinati perché c'era un pizzico di sconforto per la prestazione di domenica. Li ho visti molto concentrati e questo mi fa molto piacere.

In settimana Germano ha parlato di mancanza di esperienza nella consapevolezza, da parte di chi veste i panni del Latina, dell'abitudine a giocarsi certe gare: anche lei la riscontra?
È una cosa normalissima. Noi abbiamo tanti ragazzi giovani, tanti ragazzi bravi che hanno bisogno di crescere ed è la prima volta che si affacciano in questo campionato. Lo fanno in una piazza come Latina, nella quale magari ci sono quelle pressioni che rappresentano, per tanti, una novità. Questo fa crescere più velocemente e noi siamo disposti a farlo nella maniera giusta. È chiaro che Latina è una piazza esigente, questi ragazzi devono capire tante cose ma siamo nella strada giusta per il percorso che vogliamo fare.

L'Anzio può rappresentare un banco di prova? È ultimo ma come il Lanusei cerca i play-out
Sicuramente. L'Anzio vuole venire a fare, e sicuramente farà, una partita dura, tosta e di grande concentrazione perché è giusto che sia così. È ancora lì agganciato per cercare di entrare almeno nel play-out, pertanto noi abbiamo grande rispetto di queste squadre. Ho detto ai ragazzi che in questo periodo è sempre meglio affrontare squadre di altissima classifica piuttosto che di medio-bassa, perché hanno qualcosa in più a livello di cattiveria. L'Anzio è una di queste, noi vogliamo rifarci subito della partita di Lanusei. Ho visto i ragazzi molto concentrati e con la voglia di fare e di riprendere immediatamente il nostro percorso.

In settimana ha lavorato tanto sotto il punto di vista psicologico?
No, assolutamente. Noi già martedì, quando abbiamo analizzato la partita, l'abbiamo messa da parte. Abbiamo analizzato gli errori che fanno crescere, ma dobbiamo sempre costruire qualcosa. La cosa che mi ha fatto piacere, e che ho riscontrato in tanti ragazzi parlandoci a quattr'occhi, è che mi abbiano detto che è stato un incidente di percorso e che non vogliono buttare via quanto di buono fatto finora. È stata una sbandata che può servire, ho lavorato più sul piano tecnico-tattico che non su quello psicologico. Ho a che fare con dei ragazzi intelligenti, seri e disponibili. Non è stato il caso di soffermarci sull'aspetto mentale.

Domani mancherà qualcosa?
Ho tutti tranne Scibilia. Purtroppo ha avuto una piccola distorsione alla caviglia sabato scorso e se la sta portando dietro. Per il resto sono tutti quanti a disposizione, compreso Barberini che è convocato e mi fa piacere dirlo.

Con l'Anzio c'è un nuovo rigorista o batterà di nuovo Iadaresta?
Abbiamo diverse soluzioni. Abbiamo tanti ragazzi bravi a calciarlo, adesso parleremo con Pasquale e vedremo se magari può lasciare l'incombenza a qualche compagno di squadra.

La presenza in panchina di un allenatore che è stato qui nelle giovanili e in prima squadra e di Somma, che la segue insieme a Ghirotto, di quanto può arricchire i contenuti della vigilia?
Mi fa piacere incontrare Marco perché siamo stati qui da ragazzi insieme. Per il resto ho diverse preoccupazioni che riguardano la mia squadra. Analizziamo l'Anzio, guardiamo la formazione e cerchiamo di sapere più segreti possibili. Ma non è una questione di ex che vengono a giocare qui. L'Anzio viene a farsi la partita perché ha bisogno di ottenere risultato per cercare di rimanere aggrappata ai play-out