SALA STAMPA - Parlato: "Mi rode essere uscito dalla coppa. Nel primo tempo non siamo stati all'altezza"

02.09.2018 18:17 di Matteo Ferri  articolo letto 1368 volte
SALA STAMPA - Parlato: "Mi rode essere uscito dalla coppa. Nel primo tempo non siamo stati all'altezza"

La conferenza stampa del tecnico del Latina Calcio 1932, Carmine Parlato, raccolta da Tuttolatina.com al termine della gara di Coppa Italia di Serie D che ha visto i nerazzurri perdere ad Anzio contro la Vis Artena.

Sorprende un'impasse simile?
Sorprende molto, l'avevamo preparata con grande attenzione e grande piglio e senza venere meno ai principi sui quali avevamo lavorato. Ci sarà da correggere gli errori, nei primi 45' siamo stati troppo apprensivi e nascosti, non prendevamo le redini del gioco e per questo dobbiamo fare i complimenti alla Vis Artena e al suo atteggiamento aggressivo. Nel finale di primo tempo ho provato a cambiare qualcosa ma senza esiti, nella ripresa siamo andati meglio, abbiamo dato maggiore intensità alla manovra ma non è bastato. Dalla panchina ho provato a dare una mano ai ragazzi anche con i cambi, siamo riusciti a trovare il gol poi abbiamo commesso un grave errore in occasione del gol vittoria della Vis Artena. Ci vuole maggiore attenzione sulle palle inattive in questa categoria. Complimenti alla Vis Artena, noi l'abbiamo presa sui denti e questo ci farà bene. Chi pensava di essere in cielo ora tornerà in terra. Abbiamo aperto l'uovo e abbiamo trovato 45' non all'altezza. Ora bisognerà lavorare al 200% e non al 100%.

Sperimentazioni tattiche?
A differenza delle partite precedenti, in cui non avevo De Martino, stavolta c'era. Barberini e Cittadino hanno sempre giocato interni di centrocampo, anche davanti i giocatori erano nei loro ruoli abituali. Non c'erano sperimentazioni tattiche, anzi, io oggi volevo vincere e mi rode molto per averla persa.

Domenica ci vorrà un'amichevole per mettere benzina nelle gambe?
Servirà lavorare sugli errori di oggi, sulla compattezza e sul perché del primo tempo di oggi. Ci confronteremo, ci guarderemo negli occhi e capiremo cosa non è andata. Inconsciamente non si sono espressi al meglio, poi hanno preso un po'di fiducia e hanno giocato meglio. La strada è lunga, dobbiamo lavorare per farci trovare pronti per la prima di campionato.

Quanta colpa dà alla condizione fisica differente rispetto alla Vis Artena?
Non so che tipo di preparazione ha fatto la Vis Artena, loro avevano 90' di gare ufficiali in più rispetto a noi e stavano meglio di noi nel primo tempo ma nella ripresa stavamo meglio noi. La condizione fisica deve essere abbinata anche all'aspetto tecnico e tattico. Noi nel primo tempo non siamo stati brillanti.

Sembra che la squadra non si sia divertita, come avevi chiesto alla vigilia.
Questo è il confronto che farò con loro. Solo parlando coi ragazzi potrò capire cosa è successo. Forse all'inizio c'era il freno a mano tirato, poi hanno giocato in maniera più serena. Quello che ho detto ieri evidentemente ha avuto l'effetto contrario su qualcuno. Oggi la partita l'avevamo anche recuperato ma l'errore sulla palla inattiva è stato determinante. Mi aspettavo un altro Latina ma allo stesso tempo il passaggio del turno non mi avrebbe tolto ogni pensiero.

Questo sarà il campionato del Latina, con avversarie sempre chiuse.
Dobbiamo trovare le soluzioni per giocare velocemente la palla in avanti. Mi dispiace non aver passato il turno, facciamo i complimenti agli avversari, guardiamo in casa nostra e miglioriamo.