Inchiesta "Arpalo" - Il pentito Pugliese: "Fondi neri per falsare i conti del Latina"

11.05.2018 14:30 di Matteo Ferri  articolo letto 1116 volte
Inchiesta "Arpalo" -  Il pentito Pugliese: "Fondi neri per falsare i conti del Latina"

Emergono nuovi retroscena nell'inchiesta "Arpalo", che ha coinvolto i vertici dell'ormai scomparsa Unione Sportiva Latina Calcio. L'edizione odierna di Latina Oggi riporta stralci dei verbali degli interrogatori di Renato Pugliese, figlio di Costantino "Cha Cha" Di Silvio e collaboratore di giustizia: "Maietta ci faceva entrare gratis allo stadio. Spedivano al Campo Boario i biglietti per me e i miei amici. Una volta, prima di Latina-Palermo, io entrai a vedere gli allenamenti, c'era Paola Cavicchi che chiese chi ero ma il padre di Maietta disse che potevo entrare". Pugliese conferma l'impiego di fondi neri per falsare i conti societari e svela le dinamiche della Curva Nord: "Francesco Viola era il capo della tifoseria. È lui che decideva se si doveva contestare o se si doveva andare a prendere qualche giocatore per rimetterlo sulla giusta strda, tipo se si distraevano per pub o con ragazze. In quel caso Viola sapeva dove trovare i giocatori e gli contestava tutti i fatti, dicendo di comportarsi in modo da giocare bene altrimenti li avrebbero menati".