Latina, Di Napoli: "Siamo una squadra forte, peccato per la sconfitta"

26.08.2019 09:00 di Matteo Ferri   Vedi letture
Latina, Di Napoli: "Siamo una squadra forte, peccato per la sconfitta"

Le parole dell'allenatore del Latina, Raffaele Di Napoli, al termine della sconfitta contro l'Aprilia Racing Club nella gara valida per il primo turno di Coppa Italia di Serie D, raccolte da Tuttolatina.com.

Quali sono gli aspetti positivi di questa sconfitta?
Fa male pedere però io vado controcorrente e dico che ho una grande squadra. Siamo forti e sono sereno. Dobbiamo imparare a curare i particolari però sono convinto di quello che sto dicendo.

È la prima volta che lo dice
Ho sempre detto che la mia è una buona squadra e oggi ne ho avuto conferma. Davanti avevamo un'ottima squadra, che fisicamente stava meglio di noi. Abbiamo retto e fatto bene per mezz'ora, poi ci siamo un po'impauriti su un paio di palle inattive sulle quali ci hanno messo in difficoltà. Queste situazioni sono state determinanti, però nel complesso la mia squadra sa quello che vuole quando scende in campo.

Come fare esprimere Corsetti al cento per cento?
Il ruolo di Claudio come mezz'ala è perché penso che portandolo dieci metri dentro al campo possa attaccare meglio la porta. Lui preferisce giocare tra le linee, è normale che in questa fase della stagione e in un ruolo che non ha mai interpretato come voglio io, deve ancora migliorare. Le mie mezz'ali sono offensive e devono attaccare la profondità, Claudio ha queste caratteristiche.

Prima della partita ha detto che sarebbe stato importante partire con una vittoria.
Mi assumo la responsabilità della sconfitta, ma allo stesso tempo ribadisco che il Latina è una squadra forte. Mi dispiace per i tifosi perché gli volevamo regalare una vittoria. Purtroppo non si può vincere sempre, abbiamo trovato una squadra forte e organizzata che ci ha fatto due gol su palle inattive, noi abbiamo avuto anche la possibilità di fare il 3-3 con Cardella ma non è andata bene.

Le palle inattive sono state un problema.
Noi abbiamo una squadra strutturata fisicamente, ma la struttura non basta. In questi campionati i dettagli fanno la differenza. Sul 3-1 sembravamo morti e invece per poco non pareggiavamo la partita. Complimenti all'Aprilia, io sono soddisfatto dei miei. Sarò pazzo ma sono fatto così.