Lanusei, Gardini: "Il Latina ha cercato a tutti i costi di non perdere. Pari risultato giusto"

13.01.2019 17:28 di Marco Ferri  articolo letto 663 volte
Lanusei, Gardini: "Il Latina ha cercato a tutti i costi di non perdere. Pari risultato giusto"

La conferenza stampa integrale del tecnico del Lanusei, Aldo Gardini, nel dopogara di Latina-Lanusei riportata integralmente da TuttoLatina.com

Lanusei attento nel primo tempo e gara più disordinata nella ripresa
Analisi giusta. Secondo me nel primo tempo c'è stato qualcosa in più da parte nostra, nel secondo da parte del Latina. Credo che chi è venuto allo stadio oggi si sia divertito perché entrambe le squadre hanno giocato per portare a casa il risultato pieno. È stata una partita molto intensa, secondo me è stata una buona gara. Il risultato giusto è il pareggio.

Cosa vi ha portato in vetta fino ad oggi?
L'impegno di tutti quanti i ragazzi. Dall'inizio della preparazione mi stanno seguendo, stanno attenti, si allenano con grande voglia e intensità aiutati anche dai risultati e da una società che non ci fa mancare niente. Sono tutte componenti che remano dalla stessa parte, per adesso sta andando molto bene.

Come si spiega la metamorfosi nella ripresa?
Ci siamo abbassati un po' troppo, di una decina di metri. Il Latina ci ha pressati un po' più alti. Anche se siamo abituati a giocare sempre palla, alla lunga si sente la stanchezza. Siamo alla ventiduesima giornata, non siamo abituati a giocare su un campo in erba, ma questa non vuole essere una scusa. Il Latina ha voluto a tutti i costi non perdere questa partita, noi abbiamo ribattuto perché abbiamo tirato in porta anche senza prenderla. È stata una bella partita, divertente e molto intensa. Non era facile.

Difese responsabili in occasioni dei gol
Quando c'è un gol c'è sempre qualche errore, ma parliamo di due attaccanti validi, uno più esperto e il nostro un '97. Sono due elementi forti fisicamente e per nulla facili da marcare, perché gli basta guadagnare mezzo metro o un metro per tirare in porta. I difensori erano attaccati, sono stati bravi ed esperti a girarsi per fare gol. L'errore c'è sempre, ma in queste due occasioni i difensori non c'entrano.

Chi teme di più? Latte Dolce o Trastevere?
Se proprio deve temere qualcuno perché sto lì sopra, dico le tre o quattro sopra di noi. Non so quanto il Lanusei possa rimanere in testa alla classifica, pensiamo domenica dopo domenica. Sotto ci sono tutte squadre che possono vincere, con il successo odierno dell'Avellino penso che si sia messo in piena corsa per puntare alla vittoria finale. A mio avviso la partita di oggi tra Albalonga e Avellino avrebbe portato chi delle due fosse riuscita a vincerla a candidarsi seriamente per la vittoria finale. Ci è riuscito l'Avellino e si è messo in corsa molto bene.

Perché dice che non sa fin quando potrà stare lassù?
Perché il nostro obiettivo di inizio stagione era il raggiungimento di una salvezza tranquilla. Mi è stato chiesto questo, per non arrivare stremati mentalmente a fine stagione. L'abbiamo ottenuta subito, finora ci siamo giocati tutte le partite senza nessun timore. Siamo la seconda squadra più giovane del campionato, ma solo perché col mercato di dicembre la Lupa Roma ha cambiato due esperti e preso qualche giovane, superandoci. Siamo lì, ci alleniamo e sacrifichiamo tutti quanti, le componenti con l'entusiasmo portano qualcosa in più che non fa sentire la fatica. Mancano 17 partite, a maggio tireremo le somme. Sicuramente scenderemo in campo per cercare di vincerle tutte, sia in casa che fuori.