Sebastiani: "Provammo a portare Breda a Pescara già nel 2014"

01.12.2020 12:00 di Marco Ferri   Vedi letture
© foto di Federico Gaetano
Sebastiani: "Provammo a portare Breda a Pescara già nel 2014"

Roberto Breda è da poco meno di 48 ore il nuovo allenatore del Pescara. In un'intervista concessa alla stampa locale, il presidente del Delfino, Daniele Sebastiani, ha però svelato un retroscena che riguarda indirettamente il Latina e il periodo a cavallo tra i due mandati del tecnico trevigiano sulla panchina del Francioni: "Personalmente non avevo pensato in prima battuta a Breda, ma parlando soprattutto con Giorgio (Repetto, il direttore sportivo) è uscito fuori il suo nome. Giorgio aveva avuto modo di conoscerlo e di parlarci nel 2014, perché lo volevamo portare qui già allora. Fecero un incontro lui e Pavone insieme, Giorgio era rimasto favorevolmente impressionato. Si è deciso di andare su Breda soprattutto per questo motivo. Un'altra cosa che mi ha fatto piacere sentire è il fatto di voler andare su qualcuno che non conoscesse nessuno qui, che non conosce l'ambiente e non ha condizionamenti di alcun tipo".

L'aneddoto risale evidentemente all'estate del 2014 quando Breda, scottato dalla cocente delusione della finale playoff persa col Cesena, scelse di non continuare la sua avventura alla guida di Milani e compagni. Una separazione che durò però appena il tempo di nove partite ufficiali. Tante ne collezionò il suo erede Mario Beretta (tra Coppa Italia e campionato) prima di venire esonerato dal tandem Maietta-Cavicchi, che a inizio ottobre richiamò un Breda il cui secondo mandato non visse i fasti del precedente. Dopo appena 14 gare, infatti, il tecnico trevigiano venne sollevato dall'incarico in concomitanza con la sosta invernale, all'indomani del pareggio a reti bianche di Modena, in favore di un Mark Iuliano che riuscì poi a conquistare un'insperata salvezza grazie a una sontuosa cavalcata nel girone di ritorno.