Barbiero: "Laziali nel Girone H in caso di carenze di organico"

12.07.2018 13:30 di Matteo Ferri  articolo letto 960 volte
Barbiero: "Laziali nel Girone H in caso di carenze di organico"

Intervistato da Sport In Oro al termine della presentazione delle maglie ufficiali di gioco del Trastevere, il Coordinatore del Dipartimento Interregionale della Lega Nazionale Dilettanti, Luigi Barbiero, ha fatto chiarezza sulla composizione dei gironi della prossima Serie D: "Noi dobbiamo fare i conti con gli organici delle professioniste. Una volta definito l'organico della Serie C, possiamo definire il nostro, con l'obiettivo di tornare a 162 squadre. Al momento l'esubero è di un solo posto ma ritengo che sia un traguardo difficilmente raggiungibile per questa stagione perché c'è il Modena che ha presentato la domanda di iscrizione in sovranumero. La composizione dei gironi nel sud - sottolinea Barbiero - parte da Sicilia, Calabria ed eventualmente Campania per l'I e da Puglia, Basilicata e Campania per l'H. È successo in passato e poteva succedere anche lo scorso anno, in caso di ripescaggio del Muravera, di aver inserito società laziali o molisane nel Girone H. Le molisane, avendo campi senza barriere, tendiamo a non destinarle più in quel raggruppamento perché altrimenti dovrebbero giocare sempre a porte chiuse. Se dovesse esserci la necessità di far scendere qualche squadra laziale, posso garantire che il criterio adottato sarebbe quello della rotazione, per cui chi ha già partecipato al Girone H non ci tornerà nell'immediato". Un sospiro di sollievo per Trastevere e Aprilia ma anche per l'Anzio (in caso di ripescaggio) e per il Fondi, qualora i sudpontini dovessero trovare in tempi rapidissimi una nuova proprietà capace di garantire la partecipazione al campionato.