Latina-Team Nuova Florida, Maurizi: "Dobbiamo acquisire mentalità per diventare squadra"

09.11.2019 14:00 di Marco Ferri   Vedi letture
Latina-Team Nuova Florida, Maurizi: "Dobbiamo acquisire mentalità per diventare squadra"

La conferenza stampa del tecnico del Latina Calcio 1932, Agenore Maurizi, alla vigilia del match casalingo con il Team Nuova Florida riportata da TuttoLatina.com

Un primo bilancio della sua gestione
Per quello che riguarda questi primi 20 giorni di lavoro, vale quello che è stato detto in passato. La squadra ha buone qualità, ha battuto il Latte Dolce e pareggiato ad Ostia, facendo buoni risultati. Abbiamo bisogno di una mentalità diversa, la mentalità deve essere chiara e coerente. Dobbiamo entrare in campo per vincere le partite e non solo per farne di buone contro squadre come Turris, Latte Dolce e Ostiamare. Dobbiamo avere una mentalità che ci porta a giocare per vincere con tutte le squadre. Va acquisita, dobbiamo diventare squadra. 

Dove ha notato i maggiori miglioramenti finora?
Non è facile stabilire quello che c'era prima e adesso. Per il mio modo di pensare bisogna curare tutti gli aspetti in maniera marcata. Cerchiamo di fare una buona fase di possesso palla che sia supportata da una buonissima fase di non possesso palla. La prestazione individuale e collettiva è fatta di tecnica, tattica, aspetti fisici e motivazionali. Gli altri vanno bene quando l'aspetto motivazionale è alto.

Questi quattro aspetti a che punto si trovano?
Uno non può essere scollegato dall'altro. Difficile stabilirlo in percentuale, domani c'è una partita ed è facile essere smentiti. Siamo uno staff e sappiamo quello che c'è da fare, quello che è stato fatto e c'è da fare. Dobbiamo diventare squadra in questi quattro aspetti. Magari abbiamo dei bravissimi calciatori sotto il punto di vista tecnico, ma dobbiamo diventare squadra sotto l'aspetto della personalità, della volontà e di presenza.

Con la Turris si è visto perché davanti c'era la Turris?
Questa squadra in determinati frangenti ce l'ha, in altri può esserlo più o meno. Ognuno di noi ha ruoli e compiti, lo staff ha il ruolo di programmare la settimana di lavoro a livello metodologico, di accorgimenti e di lavoro. La domenica l'allenatore guida la squadra e questa ha la possibilità di mettere in pratica quanto fatto in settimana. In campo bisogna tramutare il lavoro fatto.

Che è avversario si aspetta domani?
Chi gioca contro il Latina, gioca contro un nome e una storia che non può cancellare nessuno. Tutti quelli che vengono qui, avendo un blasone diverso, lo fanno per fare bella figura. Dobbiamo saperlo e avere la volontà, chiara e coerente, di entrare in campo sapendo quello che vogliamo e che vogliono i nostri avversari.

Sui nuovi acquisti
Sono state fatte valutazioni, abbiamo deciso di prendere due calciatori molto affidabili e a nostro avviso molto forti. Garufi lo conoscete tutti e non lo devo certo presentare io.