Minicucci e Merlonghi: "Il gruppo è unito, possiamo risalire la china"

15.12.2018 12:55 di Matteo Ferri   Vedi letture
Minicucci e Merlonghi: "Il gruppo è unito, possiamo risalire la china"

Le parole di Manèl Minicucci e Mario Merlonghi, due dei giocatori approdati al Latina Calcio 1932 nella sessione invernale di mercato, raccolte da Tuttolatina.com.

Mario Merlonghi
Torni da queste parti dopo aver già giocato a Fondi

Sono stato a Fondi in Lega Pro. Appena mi ha chiamato il direttore non ci ho pensato due volte, questa è una piazza importante e sono sicuro che possiamo fare bene anche se la distanza dalla vetta è molta.

Prendi l'eredità di Tiscione, con quali motivazioni?
Nasco come esterno d'attacco, ultimamente ho giocato anche come mezz'ala o quinto. Come tutti gli attaccanti mi piace fare gol.

L'allenatore e il gruppo che impressione ti hanno fatto?
La situazione all'esterno è un po'particolare ma il gruppo è molto unito e il mister ci sta motivando molto.

Manèl Minicucci
Hai affrontato già il Latina con la Vis Artena. Nel tuo ruolo c'è molta concorrenza.
La concorrenza ci deve essere in una squadra, soprattutto in una così importante come il Latina. Quando si crea una sana concorrenza, tutti migliorano. Io spero di convincere il mister con le mie doti, poi deciderà lui chi far giocare.

Cosa pensi che non abbia funzionato nel Latina?
Non riesco a sbilanciarmi perché non ero qui prima e non posso dare giudizi. La situazione attuale a mio avviso è quella di una squadra splendida e di una società che ci crede. Questi sono gli ingredienti ottimali per risollevare la situazione e speriamo che arrivino i risultati.

Ti trovi bene nel 4-3-3?
Ad Andria mi sono adattato in un ruolo diverso ma io nasco come esterno d'attacco.

Perché dalla C a Monopoli sei sceso in D?
Lo scorso anno ho fatto la mia stagione migliore tra i professionisti ma non ho trovato situazioni che mi convincessero in estate e ho scelto Artena. Poi ho ricevuto la chiamata del direttore Germano e ho scelto Latina perché qui posso crescere ancora di più.