Germano: "Il nostro campionato non è finito domenica. A Fiumicino gara importante ma non decisiva"

07.11.2017 11:00 di Matteo Ferri   Vedi letture
Germano: "Il nostro campionato non è finito domenica. A Fiumicino gara importante ma non decisiva"

L'intervento integrale del direttore sportivo del Latina, Emanuele Germano, ripreso da TuttoLatina.com durante Gol Mania.

Sulla fine dell'esperienza a Fondi
Non c'è amarezza per la conclusione del rapporto a Fondi perché ho vissuto anni importanti. Siamo arrivati con la squadra nei bassifondi della D e abbiamo lasciato la squadra in Lega Pro, frutto di un lavoro a lungo termine. Mi è dispiaciuto restare senza squadra dopo tre anni di sacrifici e lavoro, ma ora sono contento di essere a Latina.

Latina a -8 dalla vetta
Noi dobbiamo fare un percorso e programmare. Questa società è partita in ritardo e queste cose si pagano strada facendo, anche se questo non significa voler mollare. Dobbiamo cercare di accorciare il gap con le prime perché anche noi siamo una squadra importante e vogliamo risalire la china.

Tifosi preoccupati per il ritardo in classifica
Il terremoto calcistico che ha vissuto Latina nei tre mesi passati, è un dato oggettivo. Purtroppo è andata così, il tifoso si era abituato a categorie superiori ma per raggiungerle bisogna programmare e lavorare con umiltà. Il mese di ritardo è fondamentale per amalgamare la squadra, questo è un gruppo costruito bene ma in fretta e furia e il ritardo di condizione lo paghi.  

Sulla partita contro l'Aprilia
Andare sotto di due gol dopo dieci minuti non è facile, soprattutto contro una squadra tenace e agonisticamente cattiva come l'Aprilia. Non era facile buttare giù il muro che hanno poi eretto a protezione del portiere, abbiamo avuto occasioni per accorciare prima il risultato e poi per pareggiarla ma nel percorso della gara l'Aprilia ci ha messo molto più carattere di noi e hanno meritato. I giocatori hanno la percezione di aver affrontato la partita non nel modo migliore. Sono delusi perché stavamo facendo qualcosa di importante ma non è finito il campionato con questa sconfitta. Il nostro era un percorso in salita già in estate, ma lottare è nella nostra natura e sono certo che ci toglieremo soddisfazioni.

Sulla partita di domenica prossima contro l'SFF Atletico
Per la classifica è ancora presto, però è ovvio che la gara di domenica abbia una rilevanza fondamentale, soprattutto per quanto riguarda l'aspetto psicologico. Fare risultato a Fiumicino significherebbe mettersi alle spalle il k.o. di domenica e proseguire una risalita difficile ma non impossibile. Contro l'SFF Atletico sarà sicuramente un crocevia importante ma non decisiva per il campionato. Mi aspetto una gara di livello, sul piano del carattere, da parte dei nostri ragazzi, contro una squadra che gioca insieme da tempo e ha un tecnico molto preparato.

Il litigio tra Venturi e la tribuna
Venturi ha dato le sue motivazioni a fine partita, l'esultanza ci sta, magari la parolaccia si poteva evitare anche perché è difficile spiegare a tutta la tribuna che era indirizzata al suo capitano.

Le condizioni fisiche di Olivera
Olivera si sta riprendendo, in settimana verranno fatti altri esami per dare con più precisione la data del recupero. Ruben ci tiene a questa maglia e sta dando tutto per rientrare, giorno per giorno capiremo la tempistica necessaria.

Il futuro del Latina
Lavoriamo duramente per portare in alto questi colori e questa società. Vogliamo costruire qualcosa di importante e ambizioso, anche a livello organizzativo. Capisco il tifoso che vuole sempre vincere, io personalmente li posso solo ringraziare perché sono sempre numerosi, sia in casa che fuori e anche mercoledì scorso, ad Albano, stavamo praticamente giocando in casa. Veniamo da cinque vittorie e due pareggi, c'è il rammarico per aver perso il derby ma la strada è lunga e noi venderemo cara la pelle.