Parlato: "Vedo disponibilità nei miei ragazzi. Voglio che i tifosi siano orgogliosi di noi"

28.07.2018 12:55 di Matteo Ferri  articolo letto 1331 volte
Parlato: "Vedo disponibilità nei miei ragazzi. Voglio che i tifosi siano orgogliosi di noi"

La conferenza stampa del tecnico del Latina Calcio 1932, Carmine Parlato, dopo due settimane di preparazione, raccolte da Tuttolatina.com

Come procedono i lavori?
Sta andando abbastanza bene, questo è un periodo in cui si lavora molto, si conoscono i ragazzi sia come carattere che sul discorso di campo. Ringraziando il cielo gli infortuni, che sono la cosa da tenere in considerazione, sono stati pochissimi tranne alcuni affaticamenti muscolari. Sul versante del gruppo, stiamo facendo di tutto per conoscerci meglio e il più rapidamente possibile. Abbiamo iniziato il 18 con due allenamenti al giorno, i ragazzi si stanno ben comportando.

Sul ripescaggio?
Io mi adeguo alla linea della società. Ho sempre lavorato, in questo periodo, nel cercare di mettere quattro under in mezzo al campo e poi i "vecchi". La mia priorità è stata sempre quella di schierare una squadra con quattro under. Il resto, oggi, sono solo chiacchiere perché non c'è nessuna realtà diversa dalla Serie D.

Allenamenti in sede, con questo caldo. Te ne penti?
No assolutamente. La prima cosa è mangiare bene, dormire bene e avere un campo. La Fulgorcavi è un bellissimo centro, la società mi ha messo a disposizione la palestra, la piscina e quindi ho tutto l'occorrente per mettere al servizio della squadra ciò che serve. L'unica cosa è il caldo, faremo in modo di soffrire, calcisticamente parlando ma l'allenamento lo facciamo nel tardo pomeriggio e la mattina alle 9 dove il caldo è meno intenso. La cosa più importante è avere a disposizione ciò che mi serve e di questo ringrazio la società.

Hai variato la disposizione della squadra in allenamento. Con la Roma hai fatto il 4-2-3-1, nei test in famiglia anche il 4-3-3. Cosa ti ha soddisfatto di più?
Io ho provato sempre e solo il 4-3-1-2. vediamo se questo vestito calza bene ma allo stesso tempo proveremo altri atteggiamenti tattici consoni alle caratteristiche dei ragazzi. Ancora è presto per valutare perché la condizione fisica non c'è e non abbiamo ancora messo abbastanza partite e allenamenti nelle gambe. Lavorando mi renderò conto se posso valutare un'alternativa al modulo di base.

In questi primi giorni di allenamento dove hai focalizzato l'attenzione?
Credo che non ci siano vere e proprie difficoltà, abbiamo tutti giocatori nuovi e devo fare in modo di conoscerli tutti insieme e quanto prima. Ringrazio i ragazzi per la loro disponibilità, io vado a tremila e corro, chi mi sta dietro avrà più spazio, chi non mi sta dietro ritarderà un po', gli starò vicino e resterò più sul campo per fargli capire le cose. C'è solo da lavorare e trasmettere i principi ai ragazzi. Principi semplici: fare gol e non prenderli. I moduli non contano troppo, conta come viene interpretato l'atteggiamento tattico.

Sul fronte mercato, si attende qualcosa di nuovo?
In questo momento siamo in dirittura d'arrivo.

Il calendario degli allenamenti?
Andiamo avanti fino al 14 agosto, a breve i ragazzi avranno qualche permesso ma c'è da lavorare. Dobbiamo consegnare alla città una squadra che corre e faccia in modo di non guardare indietro ma avanti. Chi viene allo stadio deve essere soddisfatto per aver visto una squadra che non molla mai.