Mercato e Roma, per il Latina si apre una settimana importante

09.07.2018 19:00 di Marco Ferri  articolo letto 1077 volte
Mercato e Roma, per il Latina si apre una settimana importante

In casa Latina si è aperta oggi una settimana importante. Con il mercato al centro e la prestigiosa amichevole con la Roma sullo sfondo, il club di Piazzale Serratore deve continuare a costruirsi quelle certezze con cui presentarsi, tra poco meno di due mesi, al via del campionato.  I nerazzurri si ritroveranno in campo giovedì per iniziare una mini preparazione al test contro i giallorossi di Eusebio Di Francesco, in quella che sarà una serata di gala per loro e una passerella per i giallorossi. In campo scenderanno i (finora pochi) volti nuovi, i confermati e qualche giovane sotto osservazione, tra i quali qualche ex Juniores (probabilmente Begliuti, Fontana e Mazzella) che potrebbe tornare utile alla causa per riempire le caselle under durante il campionato. 

MERCATO - A tener banco è però soprattutto il calciomercato. Finora il presidente Terracciano e il ds Germano si sono mossi sottotraccia centrando obiettivi di spessore. L'errore da non commettere è quello di pensare di poter vincere il campionato per inerzia, solo per il blasone suggerito dal nome e dai trascorsi. Il passato recente, l'arrivo nella categoria di società ambiziose e i movimenti di alcune rivali (Monterosi e Trastevere su tutte) impongono l'allestimento di una rosa altamente competitiva. In tal senso l'arrivo in panchina di Carmine Parlato ha il sapore della garanzia. Se l'acquisto di De Martino equivale alla mancata conferma di Catinali e Olivera, quello di Quagliata non esclude la permanenza di Atiagli. Una conferma che tuttavia non appare scontata, con l'esterno ghanese che è tornato in patria al termine dello scorso campionato. Per il resto si seguiranno le indicazioni fornite dal tecnico: poche conferme (Cittadino, Bortolameotti e Barberini sono i tre "sopravvissuti") e pochi arrivi anche da Rieti, da dove finora è approdato il solo Dionisi. E Iadaresta? È questa la (sola?) domanda che turba i tifosi. La partita con il bomber è tutt'altro che chiusa ed eventualmente non sarà l'avvento di Masini, attaccante con caratteristiche diverse da quelle del 32enne casertano, a scrivere la parola fine sul matrimonio. Corteggiato da diverse società di C e D, Iadaresta darà priorità al progetto da lui ritenuto più interessante. Non soltanto per trascorsi comuni e affetto reciproco, con quello che si sta prospettando in questi giorni, il Latina ha tutte le carte in regola per tornare in pole position.