Juniores Nazionali - Pelucchini: "Campionato livellato, se cresciamo possiamo far bene. Fontana? Ha grandi qualità"

 di Marco Ferri  articolo letto 161 volte
Juniores Nazionali - Pelucchini: "Campionato livellato, se cresciamo possiamo far bene. Fontana? Ha grandi qualità"

In una gara che non metteva in palio punti per la classifica, la Juniores del Latina ha ottenuto la sua prima vittoria stagionale imponendosi in rimonta, col punteggio finale di 3-4, sulla Racing Club Fondi. La disamina concessa ai microfoni di TuttoLatina.com, nel dopogara della Pineta dei Liberti di Tor San Lorenzo, dal tecnico nerazzurro Paolo Pelucchini.

Prestazione sottotono per un'ora, nel finale siete cresciuti e avete fatto valere il vostro maggior tasso tecnico
Giovedì giochiamo contro la prima squadra e facciamo 90 minuti di partita contro giocatori molto molto forti. Numericamente non siamo ancora tantissimi e capita che qualcuno debba disputare entrambi i tempi, ma questa non può essere una giustificazione. Sabato ci siamo "sciolti" col passare dei minuti, nel finale avevamo più brillantezza.

Nel primo tempo lenti nel giro palla, prevedibili nella costruzione, con pochi movimenti senza palla e troppi errori individuali nel reparto arretrato
Qualcosa che nel primo tempo non ha funzionato c'è stato, sono ragazzi sui quali c'è da lavorare e che devono crescere sotto tanti punti di vista. Ci sta l'errore individuale oltre quelli di reparto. Il nostro lavoro è quello di dare sempre il massimo e di crescere, col Fondi non c'erano punti in palio ma, al di là del risultato, non mi piaceva vedere una squadra sottomessa come è stato nel primo tempo.

L'idea iniziale era quella di proporre un rombo di centrocampo? Siscan è parso andare molto meglio quando si è spostato sulla fascia
Sì, era un 4-3-1-2. Abbiamo giocato tutta la partita con il rombo, chiaramente a volte sono un po' cambiati gli interpreti. Inizialmente c'era Siscan trequartista, lui ha grande corsa e gamba e quando va in fascia fa bene. Anche da trequartista può fare meglio e deve andarci, perché proviamo delle cose dove lui da trequartista deve infilarsi alle spalle dei difensori, però a volte non lo fa e trova spazi più ristretti.

Inevitabile una battuta su Fontana, che tramuta in oro ogni pallone che tocca
Sicuramente è un giocatore di grandi qualità e di grandi doti, però va rimarcato che quando gli arrivano i palloni significa che qualche compagno glieli ha portati. I meriti vanno sempre divisi. 

Il cambio nel cambio di Tovalieri? 
Non è solo per la mancata assistenza al compagno (Lulli, ndr) in quel due contro uno. Anche subito dopo c'è stata una situazione nella quale ha fatto un'entrata un po' in ritardo, l'hanno saltato e anziché girarsi e rincorrere con cattiveria si è fermato. Ce n'è stata un'altra su una rimessa laterale in favore loro in cui non si è curato più di tanto un avversario alle spalle. Non dico che sia un mio pupillo, ma Alessandro è un ragazzo che ho già avuto due anni fa negli Allievi e che sta giocando in un ruolo non suo. Penso che abbia delle caratteristiche per poterlo interpretare molto bene, ma è chiaro che deve migliorare alcuni aspetti, caratteriali e tattici, dopodiché può fare molto molto bene.

Sabato un'altra trasferta, in casa del Flaminia
Ogni partita fa storia a sé, finora sono state tutte equilibrate e non abbiamo trovato né qualcuno che ci ha schiacciati né qualcuno che abbiamo saputo schiacciare noi. Penso che il campionato sia livellato, se riusciamo a crescere un po' possiamo fare anche bene.