SALA STAMPA - Mariotti: "Finale meritata, ma Frasca ha fatto un miracolo. Play-off? I potenti hanno sempre ragione e non è giusto"

13.05.2018 18:20 di Matteo Ferri  articolo letto 1347 volte
SALA STAMPA - Mariotti: "Finale meritata, ma Frasca ha fatto un miracolo. Play-off? I potenti hanno sempre ragione e non è giusto"

Le parole dell'allenatore dell'Albalonga, Marco Mariotti, raccolte da Tuttolatina.com nella zona mista dello stadio Pio XII di Albano Laziale al termine del match tra i castellani e il Latina, valido per la semifinale dei playoff di Serie D.

Primo tempo maiuscolo dei suoi ma più disordine nella ripresa a risultato acquisito
Sì, è stato un po' un problema nostro. Quando pensavamo, anche durante l'anno, di aver tutto sotto controllo e di essere più forti, abbassavamo la tensione. Invece nel calcio, e soprattutto contro una squadra fortissima quale ritengo essere il Latina che può permettersi di tenere Olivera, Scibilia e Pagliaroli, non devi mai abbassare la guardia. Anzi, deve essere ancora più "cattivo" calcisticamente. È un peccato di presunzione che abbiamo avuto. Grazie a Frasca, che ha fatto un miracolo sul calcio di rigore, ci siamo aggiudicati a mio avviso meritatamente la qualificazione. Era giusto che passassimo noi.

Giocatori del Latina più volte ammoniti per simulazione. Come ha visto invece, dalla panchina, l'assegnazione del rigore nel finale?
Ho visto che non ce n'era nessuno, però quello dell'arbitri diventa un alibi e non mi è mai piaciuto. A volte ce li ha dati contro, mentre stavolta ha scelto a nostro favore. Fa parte del campo, sono contento per tutta l'annata straordinaria. Ci è mancato Corsetti oggi e ci manca Falasca da un mese e mezzo, sono due carte importanti. Avevamo solo due over in panchina, la nostra rosa è molto ridotta. Non finirò mai di ringraziare questi ragazzi. Abbiamo pochi tifosi, 88 o 66 a partita, e abbiamo fatto un campionato straordinario. Se non ci fossimo stati noi questo girone sarebbe finito un mese e mezzo fa. Posso essere solo che fiero e orgoglioso di aver potuto allenare questo gruppo di ragazzi fantastici.

Ora la finale col Trastevere: che valutazione fa dei play-off dopo quanto successo in settimana e dei prossimi avversari?
Questa è la peggiore rappresentazione del calcio in Italia. Tutto viene fatto poco prima dei play-off, per le società sono spese. C'è da riformare tutto, dalla A alla Z. Purtroppo chi sta su decide e lo fa sempre a favore di chi ha più potere. Questa è la realtà brutta del calcio italiano, non è solo un problema del calcio ma della società in cui viviamo. I potenti hanno sempre ragione, punto. Questa cosa fatta nella settimana dei play-off è una mancanza di rispetto verso chi fa questo di mestiere e si sacrifica per tutto l'anno per portare un piccolo prodotto, come la Serie D, in giro per l'Italia.

Quella col Trastevere è la giusta finale?
Per noi sì. Io parlo della mia squadra. Ce lo siamo meritato durante tutto il campionato: miglior difesa e 21 partite senza perdere. Per quanto riguarda gli altri, non guardo mai in casa loro. Batto le mani al Latina così come le batto al Trastevere o all'Atletico che ha fatto un grande campionato. Ce lo siamo meritati e oggi abbiamo dato la dimostrazione di starci di diritto in finale.