Monopoli, Tomei: "Il Latina ha un'identità, merita la classifica che ha"

14.10.2023 10:45 di Matteo Ferri Twitter:    vedi letture
Monopoli, Tomei: "Il Latina ha un'identità, merita la classifica che ha"
© foto di S.S. Monopoli 1966

La conferenza stampa del tecnico del Monopoli, Francesco Tomei, alla vigilia della gara di campionato contro il Latina. 

Con l'arrivo di Viteritti dovrà cambiare qualcosa?
"Il bollettino medico è sempre lo stesso, De Paoli e De Risio non ci sono. Viteritti siamo contenti che sia con noi, è un ragazzo positivo e che conosce già il gruppo, ci darà un'opzione in più ma non dovremo cambiare chissà cosa. È entrato nel gruppo in maniera naturale perché tanti compagni li conosceva già, ovviamente si è allenato a parte in questi mesi e deve trovare la condizione ma è filiforme e la struttura fisica lo aiuta".

Come avete accolto il pareggio col Foggia?
"Purtroppo gli episodi non ci stanno andando benissimo e siamo temprati. La prestazione dei ragazzi c'è stata e di questo sono soddisfatto, ci sta mancando solo un episodio giusto per cambiare passo".

I blackout contro Avellino, Monterosi e Foggia sono il punto su cui lavorare per crescere?
"Assolutamente sì, stiamo lavorando da un po' su queste situazioni. Sono dettagli, errori tattici che in questo momento stiamo pagando sempre. Bisogna alzare il livello di attenzione e cercare di evitare la possibilità di dare agli altri queste situazioni. Abbiamo analizzato la partita, ci stiamo lavorando e questo fa parte del nostro percorso di crescita a 360 gradi. Nel calcio moderno, l'episodio ti può penalizzare. I complimenti vanno bene, ma a noi in questo momento servono i risultati".

Le punte non segnano perché vengono innescate male?
"Noi lavoriamo sia sui cross che sull'arrivare palla a terra, cerchiamo di ottimizzare le due cose. Sicuramente dobbiamo migliorare l'aspetto sotto porta perché i palloni in area arrivano. Quando cerchi di costruire e di dominare, puoi avere anche delle situazioni più eclatanti. Dobbiamo essere più puliti nell'ultimo passaggio, il lavoro da fare è lungo. Penso alla Fiorentina, che è una grande squadra ma lavora insieme con Italiano da tre anni e anche lui ha avuto dei problemi all'inizio". 

Di Donato ha costruito il Latina nel tempo
"Il Latina lavora da anni insieme, si vede chiara l'identità di gioco e merita la classifica che ha. Corrono tanto, si aiutano e, al di là dell'aspetto tattico, si vede che hanno ben precise le idee sulle quali lavorare. Per noi sarà l'ennesima partita importante, come tutte. Questo campionato è veramente competitivo, non ci sono le squadre materasso e tutte sono ben attrezzate. Sarà una partita dura, noi dovremo fare una prestazione importante e stare attenti ad ogni singolo aspetto".

Perché il Monopoli subisce così tante rimonte?
"In questo momento non abbiamo ancora la gestione giusta della gara. Noi abbiamo sempre la nostra identità, non siamo il tipo di squadra che inizia a speculare dopo venti minuti, però dobbiamo imparare a rallentare i ritmi e migliorare nella gestione della palla".

Viteritti sarà convocato?
"Certo, è a disposizione e ci darà una mano anche se non dovesse giocare".