Il Latina di Di Donato non riesce più a segnare

Dal 1992 è collaboratore de “Il Messaggero”, dal 2009 collabora con la “Gazzetta dello Sport”. Inizia scrivendo di baseball, poi cede ai tentacoli del calcio.
05.12.2022 20:05 di Vincenzo Abbruzzino   vedi letture
Il Latina di Di Donato non riesce più a segnare

Il Latina non sa più segnare e, conseguentemente, non sa neanche più vincere. Contro la matricola Gelbison (0-0), all’undici di Daniele Di Donato non è stato sufficiente disputare una seconda frazione di assoluto predominio per portare a casa la vittoria. I nerazzurri hanno prodotto gioco e occasioni, evidenziando progressi sul piano della manovra, ma inesorabilmente ogni speranza di vittoria è evaporata negli ultimi 16 metri, laddove non si sono concretizzate diverse opportunità da gol: clamorosa quella vanificata da Barberini a porta sguarnita. L’astinenza dal gol ha raggiunto 476 minuti, mentre l’ultima rete di un attaccante di ruolo (Carletti) risale a 498 minuti fa. Il reparto offensivo nerazzurro non è comunque il peggiore del girone, con 17 gol il Latina si piazza al 13esimo posto nella specifica classifica delle reti realizzati in cui si evidenzia in particolare l’ultima posizione (al pari del Messina) con 13 gol della Juve Stabia, nonostante le vespe stabiesi occupino al momento la quarta posizione in classifica generale. Con la Turris, il Latina è tra le squadre che hanno segnato più in trasferta (11 reti) che in casa (6), statistica determinata evidentemente dai 5 gol della vittoria di Viterbo.  I marcatori in nerazzurro sono 9, dato in linea con il resto del girone dove spiccano i 15 giocatori portati al gol dal Catanzaro contro i 7 del Potenza e del Francavilla.

I numeri, insomma, disegnano un panorama meno negativo di quanto suggerito dalle sensazioni, resta però l’impressione che ad oggi (e sottolineo la transitorietà del giudizio) Margiotta e Fabrizi non garantiscano lo stesso contributo dei partenti Jefferson e Sanè, così come il tempo concesso a Rosseti è ampiamente scaduto.

I dati sono meno confortanti se andiamo a vedere la classifica parziale delle ultime giornate. Esaminando gli ultimi 5 turni il Latina con 3 punti è superato in peggio soltanto da Messina e Viterbese che hanno ottenuto un pareggio. Se estendiamo l’analisi alle ultime 10 giornate il Latina con 8 punti è superiore soltanto a Messina (7), Viterbese e Turris (6).

Statistiche elaborate, e qui sta la contraddizione di fondo, dopo una prova nel complesso più che sufficiente, a riprova che le difficoltà di oggi sono determinate dagli uomini prima ancora che dal gioco, il che non solleva del tutto il tecnico dalle responsabilità che lo chiamano a ricercare soluzioni che consentano agli elementi a disposizione di esprimersi al meglio delle proprie potenzialità.